JVC aggiorna il camcorder palmare GY-LS300 JVC aggiorna il camcorder palmare GY-LS300
Prevista per la fine di maggio la disponibilità della versione 4.0 del firmware per il camcorder 4K con sensore Super 35 e attacco delle... JVC aggiorna il camcorder palmare GY-LS300

Prevista per la fine di maggio la disponibilità della versione 4.0 del firmware per il camcorder 4K con sensore Super 35 e attacco delle ottiche micro quattro-terzi.

Presentata in occasione del NAB, la versione 4.0 del firmware per il GY-LS300 offre la possibilità di registrare il video 4K con campionamento 4:2:2 a 24/25/30p e in UHD anche a 50/60P, sempre su schede di memoria SDXC (Nella modalità di registrazione 4K 4:2:2, le uscite video SDI e HDMI sono in risoluzione HD).

La collaborazione con Atomos permette poi di collegare all’uscita HDMI i monitor recorder Ninja Inferno e Shogun Inferno e controllare l’avvio e l’arresto delle registrazione con i tasti del camcorder. Inoltre, selezionando il gamma J-Log1, gli Atomos sono in grado di registrare il video HDR (High Dynamic Range) dall’uscita HDMI, con una qualità superiore a quella possibile con le schede SDXC.

“La perfetta integrazione con il Ninja Inferno contribuisce a fornire il supporto per 50/60P ai nostri clienti, permettendogli di produrre girati eccezionali per le produzioni più varie” ha detto Gustav Emrich, product manager per l’Europa di JVCKENWOOD.

L’altro annuncio fatto da JVC al NAB riguarda la telecamera remotata KY-PZ100 che potrà essere controllata direttamente dal software del TriCaster, sia utilizzando collegamenti via cavo seriale o Ethernet, sia in Wi-FI o 4G/LTE tramite appositi adattatori per la porta USB. Collegandola alla rete locale in modalità cablata o wireless, la KY-PZ100 può anche inviare lo streaming video HD al TriCaster con differenti bitrate e una latenza ridotta.

image_pdfimage_print
Articolo precedente
Articolo successivo