La mini-regia di Blackmagic La mini-regia di Blackmagic
Con i tre prodotti appena presentati dall’azienda australiana è possibile realizzare una compatta regia televisiva in FullHD per la produzione, la registrazione e lo... La mini-regia di Blackmagic

Con i tre prodotti appena presentati dall’azienda australiana è possibile realizzare una compatta regia televisiva in FullHD per la produzione, la registrazione e lo streaming di eventi in diretta.

Il fulcro del sistema è costituito dal mixer Atem Television Studio HD con quattro ingressi 3G/SDI e altrettanti HDMI che supportano tutti i formati video fino al 1080p60. Il prezzo è praticamente lo stesso (905 euro) del precedente Atem Television Studio: rispetto a questo, il nuovo mixer ha una dimensione ridotta di un terzo ed è possibile controllarne il funzionamento tramite i pulsanti presenti sul frontale che incorpora anche un piccolo schermo LCD. Gli effetti di transizione sono quelli basici, ma non mancano un DVE 2D, un chroma keyer e due downstream keyer per titoli e grafica che possono essere memorizzati nei due still store interni. Il multiviewer integrato permette di visualizzare su un monitor collegato all’uscita HDMI o SDI i segnali Program e Preset e fino a otto sorgenti.

Il mixer può essere controllato tramite un tradizionale pannello fisico, che ha un costo di 4.645 euro, oppure con il software gratuito fornito a corredo, disponibile per le piattaforme Mac e Windows. Il software di controllo può essere installato su più computer collegati alla stessa rete Ethernet, permettendo, ad esempio, di affidare ad un operatore la regia video e ad un altro quella audio. Inoltre, il software può svolgere le funzioni di CCU per le telecamere Blackmagic Studio Camera, utilizzando un collegamento SDI che offre anche funzionalità di talkback per la comunicazione con il cameraman. Per inciso, il prezzo delle Studio Camera è stato ridotto eliminando la batteria interna, inutile per la maggior parte delle applicazioni e fonte di problemi per il trasporto su voli di linea: il modello HD ha ora un prezzo di 1.435 euro quello 4K ha un prezzo di 1.609 euro.

Rispetto al modello precedente, l’Atem Television Studio HD non gestisce però la compressione in formato H.264 per lo streaming del video, funzione per la quale Blackmagic propone il Web Presenter (455 euro), un dispositivo che si collega alla porta USB di un computer e che viene visto come una qualsiasi webcam, utilizzabile con applicazioni come Skype o YouTube Live.. Il Web Presenter accetta in ingresso segnali SDI fino al 12G (2160p60) o HDMI, oltre all’audio analogico, e svolge la funzione di convertitore nel formato 720p con cadenza variabile che si può adattare automaticamente alla velocità di connessione. Aggiungendo il pannello di controllo Teranex Mini Smart Panel (79 euro) è possibile la commutazione fra gli ingressi HDMI e SDI e il monitoraggio del segnale in uscita sul display che mostra anche i livelli dell’audio e il frame rate.

Infine, l’Hyperdeck Studio Mini (715 euro) con ingresso passante 6G/SDI può essere utilizzato per la registrazione di segnali SDI fino al formato video Ultra HD 2160p30 con compressione ProRes o Avid DNxHD a 10 bit. Come supporto di registrazione si utilizzano schede SD/UHS II per le quali sono presenti due slot che permettono la registrazione senza interruzioni. I comandi presenti sul frontale sono quelli classici di un videoregistratore e sul display LCD sono visualizzati anche i livelli dell’audio e il timecode. Per il controllo remoto è presente una porta RS-422 mentre grazie alla porta Ethernet è possibile il trasferimento dei file in FTP. Un monitor con ingresso HDMI può essere collegato all’unità e più unità possono essere sincronizzate tra loro per applicazioni di digital signage. Le dimensioni dell’Hyperdeck Studio Mini sono tali da permettere l’installazione di tre unità in uno chassis da 1RU per rack da 19 pollici.

image_pdfimage_print
Articolo precedente
Articolo successivo

Mauro Baldacci