L’apertura della Porta Santa per il giubileo straordinario sarà ripresa con tecnologia Sony 4K Ultra HD e HDR L’apertura della Porta Santa per il giubileo straordinario sarà ripresa con tecnologia Sony 4K Ultra HD e HDR
Saranno rinnovate le apparecchiature del mezzo mobile OB VAN OB8 del Centro Televisivo Vaticano, interamente equipaggiato con tecnologia 4K di Sony Il Centro Televisivo Vaticano... L’apertura della Porta Santa per il giubileo straordinario sarà ripresa con tecnologia Sony 4K Ultra HD e HDR

Saranno rinnovate le apparecchiature del mezzo mobile OB VAN OB8 del Centro Televisivo Vaticano, interamente equipaggiato con tecnologia 4K di Sony

Il Centro Televisivo Vaticano ha annunciato un importante intervento di rinnovamento delle apparecchiature utilizzate per le riprese dal vivo. Entro l’autunno l’OB VAN OB8 si rivestirà completamente di tecnologia 4K e sarà equipaggiato con 8 telecamere logoctv, un server 4K PWS-4400 e uno switcher 4K MVS-7000X. La nuova regia mobile sarà inaugurata l’8 dicembre 2015 in un’occasione davvero unica, la cerimonia di apertura della porta Santa della basilica di San Pietro che celebrerà l’inizio del Giubileo straordinario della Misericordia. L’evento sarà infatti ripreso in formato 4K Ultra HD e modalità High Dynamic Range (HDR), che consente di acquisire immagini anche oltre lo spettro dell’occhio umano, restituendo una visione evoluta, coinvolgente e ancora più vicina alla realtà.

hdc4300others150120022Questa scelta tecnologica si inserisce in un percorso di profondo ammodernamento, che il CTV ha intrapreso da diversi anni, ponendo una sempre maggiore attenzione nei confronti dell’innovazione dei formati, in particolare del 4K (Ultra High Definition).  Con il nuovo allestimento l’OB8 si presenterà come un mezzo assolutamente all’avanguardia, completamente attrezzato con tecnologia 4K. Il mezzo sarà infatti equipaggiato con prodotti della nuova generazione di soluzioni di produzione live 4K/HD di Sony. Oltre alle 8 telecamere Sony HDC-4300, dotate di sensori di immagine con risoluzione 4K reale e di ottiche broadcast 2/3 Fujinon per il 4K, avrà in dotazione un server PWS-4400, unità di archiviazione multiporta HD/4K e un mixer 4K MVS-7000X. Sarà quindi in grado di gestire riprese 4K e HDR e offrire un supporto tecnologico dalla produzione all’archiviazione senza precedenti.

L’HDR rappresenta una modalità televisiva assolutamente innovativa. Come l’occhio umano riesce a catturare un’ampia dinamica delle immagini, distinguendo elementi di immagine ad alta e bassa luminosità, discriminando i contenuti anche nelle aree ad elevato contrasto, l’HDR ambisce a catturare un numero molto più elevato di informazioni. L’innovazione sta nella messa a punto di sensori ottici/elettrici avanzati, capaci di catturare le immagini in un modo che si avvicina a ciò che vede l’occhio umano come prima d’ora e processare segnali con un elevatissimo numero di campionamenti al fine di riprodurre ogni singolo livello di luminosità e di informazione colore. Questo formato si rivela quindi impattante ed efficace in particolare nelle riprese di eventi dal vivo e di grande portata, quali possono essere quelli ripresi dal Centro Televisivo Vaticano.

“Siamo partiti dall’esigenza di rinnovare le infrastrutture mobili e nel contempo allineare la tecnologia agli standard qualitativi dei più avanzati broadcaster internazionali. La produzione di contenuti in 4K e HDR rappresenta quindi un ambito di grande interesse per il Centro Televisivo Vaticano, che punta molto sullo sviluppo di questa nuova tecnologia di produzione”, ha affermato Stefano D’Agostini, Direttore Tecnico del CTV.

ctv“Compito del CTV è quello di documentare tutte le attività del Papa e della santa Sede e quindi offrire un servizio, al quale attingono emittenti televisive di tutti i paesi del mondo. Per questo pone la massima attenzione alla qualità e ha l’esigenza di mantenersi aggiornato sulle più moderne e avanzate tecnologie. La capacità dell’HDR di riprendere la realtà come la vedono i nostri occhi è certamente un’opportunità importante per consentire ai fedeli e agli spettatori di tutto il mondo di partecipare agli eventi del Santo Padre in modo ancora più immersivo e coinvolgente.” ha commentato Monsignor Dario E. Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede.

“Da molti anni Sony collabora con il CTV, che ha raggiunto importanti traguardi tecnologici offrendo produzioni di altissima qualità. Sony è estremamente orgogliosa di aver svolto un ruolo importante nel documentare eventi storici di portata mondiale come in occasione della Beatificazione di Papa Paolo VI e la canonizzazione di Papa Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, tutte riprese in 4K. La scelta di questo mezzo si rivela particolarmente innovativa e mirata” ha sottolineato Benito Manlio Mari, Country Sales Manager, Media Solution, Sony Professional Europe.

image_pdfimage_print
Articolo precedente
Articolo successivo

redazione milano