Muovere i primi passi con Avid Muovere i primi passi con Avid
A oltre due anni dal primo annuncio ufficiale, Avid ha finalmente reso disponibile Media Composer First, la versione gratuita del proprio software per il... Muovere i primi passi con Avid

A oltre due anni dal primo annuncio ufficiale, Avid ha finalmente reso disponibile Media Composer First, la versione gratuita del proprio software per il montaggio video.

Nei quasi trent’anni trascorsi dalla sua nascita, il marchio Avid è diventato sinonimo di montaggio video e cinematografico e, nonostante l’agguerrita concorrenza, conserva tuttora una posizione di rilievo nelle post-produzioni televisive e cinematografiche di fascia più alta.

Con il rilascio di Media Composer First, Avid mira a conquistarsi una fetta più sostanziosa del mercato dell’editing mettendo a disposizione di tutti e a costo zero una versione limitata nelle funzionalità, ma del tutto simile dal punto di vista operativo alla versione completa.

La principale limitazione è nel numero di tracce video e audio che è possibile gestire, rispettivamente quattro e otto, limite che però non impedisce di realizzare un montaggio con tanto di titoli ed effetti. La massima risoluzione del video è di 1080p, quindi niente 4K o UHD, e sono supportati gli stessi codec di Media Composer (in alcuni casi, ad esempio per materiale in formato XdCamEX, può essere necessario scaricare un plug-in, anche questo gratutito). La dotazione di effetti è ridotta, ma non manca nessuno di quelli essenziali, compreso lo stabilizzatore delle immagini e il filtro per la correzione colore a tre vie. In parte limitata anche la scelta dei formati di esportazione, compensata dalla possibilità di pubblicare direttamente i filmati su YouTube e Vimeo

Avid Media Composer First, disponibile per le piattaforme Mac e Windows anche in lingua italiana, può essere scaricato all’indirizzo http://www.avid.com/media-composer-first

image_pdfimage_print
Articolo precedente
Articolo successivo

Mauro Baldacci