3Lettronica e Prima Tv si alleano per il DTT di seconda generazione 3Lettronica e Prima Tv si alleano per il DTT di seconda generazione
Sono circa 1000 le postazioni televisive DTT con la capacità di trasmettere nel nuovo standard DVB-T2 quelle che offrirà al mercato dei broadcaster il... 3Lettronica e Prima Tv si alleano per il DTT di seconda generazione

Sono circa 1000 le postazioni televisive DTT con la capacità di trasmettere nel nuovo standard DVB-T2 quelle che offrirà al mercato dei broadcaster il nuovo consorzio nato da 3Lettronica Industriale e Prima Tv.

3Lettronica è di proprietà del gruppo WindTre e porta in dote 130 trasmettitori mentre Prima Tv è la società di Tarak Ben Ammar (come azionista anche il tycoon egiziano Naguib Sawaris) che diffonde il canali DFree con 869 postazioni con i quali raggiunge il 95,6 % della popolazione italiana.

Già dal gennaio 2020 le emittenti italiane, pur continuando a trasmettere in standard DVB-T, dovranno passare dall’MPEG-2 alla codifica MPEG-4, supportato dai televisori HD ma non dai vecchi apparecchi analogici abbinati ai primi decoder digitali non in grado di convertire il segnale MPEG-4 (H.264) ma solo l’MPEG-2. Sarà il primo passo della transizione che entro giugno 2022 vedrà il completamento del passaggio al DVB-T2

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha già assegnato a RAI, Mediaset e Persidera (Telecom 70%, GEDI 30%)  2,5 multiplex ciascuno (ora ne hanno 5), Cairo Network, Premiata Ditta Borghetti Stocchetti (gruppo Telecapri) e Europa Way (Europa 7) mezzo multiplex ciascuno.

Al nuovo consorzio 3Lettronica-PrimaTv spetterà un multiplex DVB-T2 in funzione da giugno 2022 sui canali 23 e 24 nazionali con la numerazione LCN 11.

 

 

precedente
successivo

redazione milano