Calcio, De Siervo: “media company strada tracciata”  Calcio, De Siervo: “media company strada tracciata” 
“La scelta di creare una media company ormai è tracciata, resta da definire se procedere da soli o con altri fondi”. E’ quanto ha... Calcio, De Siervo: “media company strada tracciata” 

“La scelta di creare una media company ormai è tracciata, resta da definire se procedere da soli o con altri fondi”. E’ quanto ha dichiarato l’ad della Serie A, Luigi De Siervo, nel suo intervento al Social Football Summit presso lo stadio Olimpico di Roma.

“Come campionato di calcio – ha proseguito De Siervo – siamo a tutti gli effetti degli organizzatori di intrattenimento puro. Anche senza iniezione di capitali, abbiamo costruito un centro televisivo con la centralizzazione di tutte le funzioni e sei tipi di highlights. Siamo una media company a tutti gli effetti e lo faremo a prescindere da quello che l’assemblea deciderà”.

Il progetto della Serie A e quello della Liga spagnola, secondo il manager, sono molto simili. La differenza è che “la Spagna ha una governance chiara, noi invece ogni volta che si parte c’è già aperto un fronte di opposizione, non si riesce a fare un salto di maturità che consentirebbe al calcio di migliorare. Noi siamo il calcio che ha maggiori potenzialità di crescita in Europa, in prospettiva. Dobbiamo decidere solo con quale modalità farlo”.

“Chi non ritiene giusto e corretto vendere una quota del proprio ricavo prospettico può stare in un sistema con altre squadre senza pregiudicare lo sviluppo in questo senso”, ha aggiunto De Siervo, riferendosi alle perplessità di alcuni presidenti di club sul rapporto con i fondi di investimento coinvolti nel progetto della media company.

Piero Ricca