La Cina oscura la Bbc La Cina oscura la Bbc
È guerra a colpi di censura fra Cina e Regno Unito. L’autorità di regolamentazione televisiva in Cina ha infatti revocato le licenze alla BBC... La Cina oscura la Bbc

È guerra a colpi di censura fra Cina e Regno Unito.
L’autorità di regolamentazione televisiva in Cina ha infatti revocato le licenze alla BBC World News. L’emittente pubblica britannica non potrà più trasmettere nel Paese asiatico. L’accusa è di aver “gravemente violato i regolamenti sulla gestione della radio e della televisione e sulla gestione dei canali televisivi via satellite all’estero nei suoi rapporti relativi alla Cina, andando contro i requisiti secondo cui le notizie devono essere vere e imparziali e minato gli interessi nazionali e la solidarietà etnica della Cina”.

A darne notizia è stato il canale di Stato cinese CGTN, al quale l’ente regolatore britannico Ofcom nei giorni scorsi aveva revocato la licenza per le trasmissioni via satellite nel Regno Unito. Le autorità di Pechino avevano ruvidamente protestato e minacciato rappresaglie.

Recentemente in Cina hanno suscitato polemiche alcuni servizi giornalistici sulla repressione nello Xinjiang e sulla gestione della pandemia da coronavirus. “Poiché il canale non soddisfa i requisiti per trasmettere in Cina come canale estero, Bbc World News non è autorizzato a continuare il suo servizio all’interno del territorio cinese. La Nrta non accetterà la domanda di trasmissione del canale per il nuovo anno”, ha riferito il regolatore in un comunicato rilanciato dall’agenzia Xinhua.

Piero Ricca