L’argento di SMPTE Italia L’argento di SMPTE Italia
Nella prestigiosa sede del Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza, la sezione italiana dell’SMPTE ha festeggiato i suoi primi 25 anni di... L’argento di SMPTE Italia

trioNella prestigiosa sede del Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza, la sezione italiana dell’SMPTE ha festeggiato i suoi primi 25 anni di attività.

Nella foto da sinistra Federico Savina, Franco Visintin e Alfredo Bartelletti

Il luogo scelto non è stato casuale: proprio in questa sede era stata fondata 25 anni fa la sezione italiana dell’SMPTE (Society of Motion Picture and Television Engineers), l’organizzazione nata negli Stati Uniti quasi un secolo fa con l’obiettivo di definire gli standard per il cinema e, dal 1950, anche per la televisione. L’SMPTE non ha certo bisogno di presentazioni: ricordiamo soltanto che dalla sua fondazione ha prodotto più di 800 standard, conta oggi oltre 6.000 membri ed è supportata da circa 220 organizzazioni tra broadcaster, case di produzione cinematografica e aziende di primo piano del settore televisivo e cinematografico.

Dopo il saluto da parte del sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, Alfredo Bartelletti, chairman della Sezione Italiana, ha introdotto i lavori lasciando poi a Franco Visintin, presidente emerito, il compito di illustrare brevemente le attività dell’associazione.

AngeloL’evento è proseguito con l’intervento di Angelo D’Alessio che riuscì dopo cinque anni di lavoro a raggiungere un numero di soci sufficiente a sostenere la nascita della prima sezione europea dell’SMPTE. D’Alessio ha rievocato il percorso che portò alla fondazione della sezione italiana della quale fu anche il primo segretario. Un saluto ai partecipanti è arrivato poi da Barbara Lange, SMPTE Executive Director, in collegamento via Skype da Parigi, e da Paolo Zaccarian, primo presidente della sezione italiana, in collegamento telefonico da Roma.

Articolo precedente
Articolo successivo

redazione milano