Piattaforme di video streaming, è boom Piattaforme di video streaming, è boom
Secondo i dati diffusi da Sensemakers, società di consulenza nel marketing digitale, le grandi piattaforme di video on line sono state spinte ancora più... Piattaforme di video streaming, è boom

Secondo i dati diffusi da Sensemakers, società di consulenza nel marketing digitale, le grandi piattaforme di video on line sono state spinte ancora più in su dal lockdown. La recente emergenza sanitaria, infatti, ha provocato una crescita dell’audience di video on demand calcolata intorno al 60%.

L’utente principale di video online ha dai 15 ai 24 anni e passa davanti allo schermo, soprattutto dello smartphone, circa 35 minuti al giorno, perlopiù il pomeriggio. Invece la sera la fruizione vede protagoniste giovani famiglie con buon livello di scolarizzazione e reddito; i programmi scelti sono film e serie-tv, con visioni più lunghe rispetto alle altre fasce orarie.

Gli heavy user dichiarano una propensione a sottoscrivere in media 2,3 abbonamenti ai servizi a pagamento. I big del mercato si confermano Netflix (indice di gradimento pari a 8,16), Amazon Prime Video (indice di gradimento pari a 7,92) e YouTube (indice di gradimento pari a 7,87). Anche Sky rivela una significativa capacità di fidelizzare gli utenti, maturi e dal profilo economicamente superiore alla media.

Piero Ricca