Sony automatizza le presentazioni Sony automatizza le presentazioni
Presentato all’ISE di Amsterdam il primo dispositivo che sfrutta tecniche di intelligenza artificiale per migliorare la comunicazione fra oratori e pubblico in ambiti aziendali... Sony automatizza le presentazioni

Presentato all’ISE di Amsterdam il primo dispositivo che sfrutta tecniche di intelligenza artificiale per migliorare la comunicazione fra oratori e pubblico in ambiti aziendali e didattici.

Primo rappresentante della categoria che Sony chiama “Edge Analytics Appliance”, il REA-C1000 è in grado di analizzare in tempo reale il video ripreso da una telecamera robotizzata e svolgere diverse funzioni, tutte tese a rendere più coinvolgenti le presentazioni. Proprio come potrebbe fare un operatore, la telecamera può seguire automaticamente il movimento del presentatore e regolare lo zoom in base ai suoi gesti.

Inoltre, l’esclusiva tecnologia di estrazione della scrittura a mano rileva e ottimizza i testi scritti dal presentatore su una lavagna riconoscendone i caratteri; i contenuti sono visualizzati su un display separato e possono essere sovrapposti al presentatore in tempo reale.

Con una futura versione del firmware sarà anche possibile isolare il presentatore dallo sfondo senza dover ricorrere al classico chroma-key, con tutte le complicazioni che questo può comportare; l’immagine del presentatore può poi essere sovrapposta a immagini o animazioni generate da computer collegato all’ingresso HDMI.   

Tutte queste funzioni sono accessibili gratuitamente per un periodo di prova della durata di 60 giorni, più che sufficiente per valutarne a fondo le potenzialità e decidere quali siano effettivamente utili alle proprie esigenze, attivando poi le rispettive licenze. Nonostante sia stato sviluppato per le presentazioni, il Sony REA-C1000 o un dispositivo simile potrebbe trovare impiego anche in altri ambiti delle produzioni video.

precedente
successivo

Mauro Baldacci