Work Microwave al CABSAT 2019 Work Microwave al CABSAT 2019
Nel mercato del Medio Oriente, gli odierni operatori satellitari necessitano di soluzioni di satcom ad alte prestazioni che siano economicamente convenienti per offrire un... Work Microwave al CABSAT 2019

Nel mercato del Medio Oriente, gli odierni operatori satellitari necessitano di soluzioni di satcom ad alte prestazioni che siano economicamente convenienti per offrire un servizio broadcast di alta qualità e a banda larga ad alta velocità.

A CABSAT 2019 Work Microwave porta i suoi 30 anni di esperienza – dimostrando le sue ultime innovazioni Satcom per tutte le frequenze, tra cui UHF, L, S, C, X, Ku, K, Ka-, Q- e V-band.

Un punto chiave è il modem AX-80 WORK Microwave, che è una delle uniche soluzioni end-to-end per applicazioni a banda larga.

Modem A-Series a prova di futuro.

Tra i modem più potenti la serie A-Series, piattaforma completamente su IP altamente scalabile, per impieghi satellitari, modulatori e demodulatori, con una flessibile architettura SDR (Software Defined Radio) e grandi opportunità di personalizzazione. Offrendo supporto per DVB-S2X fino a 256APSK ed espansibile per forme d’onda personalizzate, A-Series è la piattaforma che nasce per una varietà di applicazioni, con produttività da bassa a molto alta.

Il Modem AX-80 Modem è un riferimento chiave.

Supporta lo standard DVB-S2X, con 500 Msps di throughput bidirezionale. Integrato con interfacce Ethernet 10G, il modem supporta piena portata con 256APSK e 3 Gbps per direzione senza compromessi.

Gli operatori possono così ottimizzare l’uso delle trasmissioni e l’accesso alla banda basata su IP ad alta velocità.

Il modem AX-60, oltre a supportare lo standard DVB-S2X e funzioni avanzate come regimi più elevati di modulazione, una granularità di ModCods e filtraggio all’avanguardia, propone tecnologia ACM che ottimizza trasmissione dati secondo la situazione di collegamento corrente e le condizioni di ricezione (ad esempio con la pioggia). Di conseguenza, l’utilizzo delle risorse del transponder e la capacità del sistema aumentano.

Up e Downconverter per uso satellite, compatto, su bande IF / KU.

WORK Microwave propone anche un convertitore di frequenza compatto ed economico per operatori satellitari, integratori e teleporti, ideale per le classiche bande di frequenza IF e Ku. La sua compattezza consente agli operatori di supportare più canali simultanei in un’unica unità, risparmiando spazio e costi significativi del rack.

WORK Microwave offre anche serie di convertitori modulari tradizionali adatti per applicazioni a frequenza più elevata (cioè bande Ka-, Q- e V).

L’Upconverter Ka Block quad-band

di WORK Microwave con ingresso IF in banda L copre l’intera banda Ka in uscita RF da 27,5 GHz a 31 GHz e quattro bande commutabili.

Il convertitore fornisce un rumore di fase eccellente, una figura a bassa rumorosità e una gamma dinamica elevata.

La custodia fornisce protezione ambientale secondo IP67 (allagamento temporaneo) quando tutti i cavi siano collegati e sigillati in modo appropriato, e grazie alla sua struttura resistente e basso consumo energetico, è perfetto per stazioni satellitari fisso terra, veicoli newsgathering satellitare e fly-away.

Il modulatore DVB-S2X Broadcast Satellite è una delle uniche soluzioni del settore di tipo predistorsione-ready per ritardo di gruppo automatico e compensazione di non linearità.

Utilizzando questa funzionalità, gli operatori possono mitigare gli effetti negativi di filtri e amplificatori satellitari riducendo al contempo la potenza e aumentando la copertura, la velocità e la disponibilità dei beam.

Lo Switch di ridondanza compatto RSCC-X è adatto per ridondanza N + 1 e gestisce fino a otto modem o convertitori, agendo come fail-safe affidabile.

Il sistema di commutazione di ridondanza monitora l’integrità delle unità protette e, in caso di allarme, ricopia la configurazione dell’unità che crea problematiche sull’unità ridondante.

Lo switch basato su licenza supporta 1 + 1 fino a 8 + 1, rendendo più semplice per gli operatori la scalabilità del sistema man mano che i requisiti crescono in futuro.

Se utilizzato in combinazione con una centralina ISM-8 flessibile, gli operatori possono effettivamente commutare e monitorare i segnali di input e output.

Articolo precedente
Articolo successivo

Roberto Landini