Google, sanzione in Francia da 500 milioni di euro Google, sanzione in Francia da 500 milioni di euro
L’azione delle istituzioni pubbliche volta a ridimensionare lo strapotere delle Big Tech cresce d’intensità, negli Stati Uniti come in Europa. La sanzione record decisa... Google, sanzione in Francia da 500 milioni di euro

L’azione delle istituzioni pubbliche volta a ridimensionare lo strapotere delle Big Tech cresce d’intensità, negli Stati Uniti come in Europa.

La sanzione record decisa pochi giorni fa dall’Autorità della concorrenza francese nei confronti di Google muove dall’accusa di non aver offerto un trattamento equo agli editori nel processo di pubblicazione delle notizie all’interno dei propri servizi.

Secondo l’Autorità francese, Big G non ha rispettato le ordinanze del 2020 relative alla casa madre Alphabet, la quale avrebbe dovuto negoziare contratti a pagamento con gli editori per poter mostrare i loro contenuti nei risultati di ricerca.

Tra le violazioni accertate dall’autorità, anche il fatto di aver spinto gli editori a firmare accordi per un nuovo prodotto chiamato News Showcase, senza però concedere loro pagamenti distinti per le notizie che comparivano nei risultati di ricerca.

Gli editori francesi potranno ora chiedere alla società statunitense nuovi accordi in conformità con la legge nazionale.

Isabelle de Silva, capo dell’autorità garante della concorrenza, ha dichiarato: “La sanzione tiene conto della gravità eccezionale delle violazioni. Quando l’Autorità impone ordinanze alle aziende, queste sono tenute ad applicarle scrupolosamente, rispettandone la lettera e lo spirito. In questo caso, purtroppo, non è stato così”.

Piero Ricca