IFJ: 45 giornalisti uccisi nel 2021 IFJ: 45 giornalisti uccisi nel 2021
Sono stati 45 i giornalisti e operatori dei media uccisi nel 2021 nello svolgimento della loro professione. Lo ha dichiarato la Federazione internazionale dei... IFJ: 45 giornalisti uccisi nel 2021

Sono stati 45 i giornalisti e operatori dei media uccisi nel 2021 nello svolgimento della loro professione.

Lo ha dichiarato la Federazione internazionale dei giornalisti (IFJ).

Secondo la federazione, il personale dei media viene prevalentemente ucciso per aver denunciato corruzione, criminalità e abuso di potere nelle proprie comunità.

“I 45 colleghi che abbiamo perso a causa della violenza quest’anno ci ricordano il terribile sacrificio che i giornalisti di tutto il mondo continuano a pagare per servire l’interesse pubblico, rimaniamo in debito con loro e con migliaia di altri che hanno pagato il prezzo più alto”, ha dichiarato il segretario generale, Anthony Bellanger.

La federazione, che rappresenta circa 600mila professionisti dei media in tutto il mondo, ha reso noto che i 45 giornalisti e operatori sono stati uccisi in 20 paesi. Di questi, 33 sono morti in attacchi mirati; 9 sono stati uccisi in Afghanistan, otto in Messico, quattro in India e tre in Pakistan.

Secondo i dati dell’organizzazione, sono 2.721 i giornalisti uccisi in tutto il mondo dal 1991.

Piero Ricca