Infront Moto Racing estende l’accordo con Eurovision Services per il motocross fino al 2024 Infront Moto Racing estende l’accordo con Eurovision Services per il motocross fino al 2024
Infront Moto Racing estende l’accordo esistente con Eurovision Services fino al 2024 per la distribuzione mondiale e lo streaming live del Campionato Mondiale FIM... Infront Moto Racing estende l’accordo con Eurovision Services per il motocross fino al 2024

Infront Moto Racing estende l’accordo esistente con Eurovision Services fino al 2024 per la distribuzione mondiale e lo streaming live del Campionato Mondiale FIM Motocross, MXGP, MX2, WMX, SNX, nonché la serie EMX e il miglior evento fuoristrada della stagione, il Monster Energy FIM MXoN.

L’accordo fa seguito ad una partnership di lunga data che risale al 1997, in base alla quale Eurovision Services ha gestito le trasmissioni degli eventi di motocross promossi da Infront Moto Racing. I segnali sono distribuiti in tutto il mondo tramite l’Eurovision Global Network, che combina la consegna via satellite, fibra e IP per garantire la massima copertura alle emittenti di tutto il mondo. Eurovision Services fornisce anche il segnale di streaming live, utilizzando la sua Streamfarm decentralizzata, in modo che gli spettatori possano guardare tutta l’azione su MXGP-TV.

David Luongo, CEO di Infront Moto Racing: “EBU ed Eurovision Services sono al nostro fianco da oltre due decenni. Grazie alla loro fantastica qualità di servizio e innovazione, ci hanno aiutato in ogni fase dello sviluppo del Campionato Mondiale FIM MXGP. Dalle emittenti classiche al nostro canale OTT lanciato nel 2011, sono stati accanto a noi per portare il motocross ai nostri fan in tutto il mondo. Siamo felici di continuare questo grande viaggio per altri 3 anni.”

Michele Gosetti, Head of Global Sales and Marketing di Eurovision Services: “Il fatto che distribuiamo queste competizioni di motocross da quasi 25 anni è la prova in sé di quanto sia forte la nostra collaborazione con lo sport del motocross. Sono lieto che questo continuerà per altri tre anni, portandoci oltre il significativo traguardo del quarto di secolo”.

redazione milano