La morte di Leonardo Bartelletti La morte di Leonardo Bartelletti
Si è serenamente spento attorniato dai suoi cari nella casa di Lido di Camaiore Leonardo Bartelletti, fondatore della BLT Italia, vero pioniere e stimolo... La morte di Leonardo Bartelletti

Si è serenamente spento attorniato dai suoi cari nella casa di Lido di Camaiore Leonardo Bartelletti, fondatore della BLT Italia, vero pioniere e stimolo ideativo di tante innovazioni nella produzione televisiva.

La tecnologia l’aveva nel sangue. Quando all’inizio degli anni ’50 il “radioamatore” Leonardo incrocia il nuovo mezzo di comunicazione di massa chiamato Televisione la curiosità lo spinge a capire di che cosa si tratta e a decidere che anche lui deve fare “qualcosa” per portare le sue conoscenze tecniche al servizio della crescente richiesta di apparecchiature per il broadcast.

Il Presidente della Biennale di Venezia Davide Croff consegna il “Bravo Award 2007” a Leonardo Bartelletti, uno dei pionieri della televisione italiana.

Dopo le prime esperienze artigianali nel costruirsi da solo un televisore per ricevere le prime emissioni della RAI nel 1959 fonda la BLT Elettronica (oggi BLT Italia) e inizia a produrre telecamere in bianco e nero (ovviamente) e monitor.

E’ solo l’inizio. Senza abbandonare mai Lido di Camaiore e coinvolgendo nella sua impresa la moglie Mity e in seguito i figli Alfredo e Michele l’azienda si specializza nell’introdurre nella produzione televisiva quelle soluzioni e novità che permettono alle riprese televisive di aggiungere funzionalità attrattive per la trasmissione: dal ralenti ai primi ‘video server’ ai TBC ri-sincronizzatori, ai generatori di effetti speciali DVE digitali e librerie o il Video DUPLEXER, sistemi di compressione spaziale per la trasmissione….

Apparecchiature sempre in anticipo sui tempi che vengono realizzate con rigore tecnico e spirito artigianale ma che ovviamente non hanno ancora uno sbocco commerciale. Poi vengono gli accordi con i “Grandi” Philips, For.A, JVC,…che portano i prodotti ad essere apprezzati in tutto il m0ndo. L’azienda cresce fino alle dimensioni odierne nelle mani di Alfredo, affiancato da Michele, conquistandosi una reputazione di assoluta eccellenza pur non avendo abbandonato quello spirito sperimentatore e artigianale anche se la sede si allarga. Sempre a Lido di Camaiore, s’intende.

Ad Alfredo e Michele le condoglianze di tutti noi a MonitoR magazine.

 

Articolo precedente
Articolo successivo

redazione milano

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien