La propaganda radiofonica russa nel centro di Washington DC La propaganda radiofonica russa nel centro di Washington DC
Per alcuni secondi ogni ora, WZHF, un’emittente nel cuore della capitale USA, interrompe la sua programmazione per un curioso annuncio: “Questa programmazione radiofonica è... La propaganda radiofonica russa nel centro di Washington DC

Per alcuni secondi ogni ora, WZHF, un’emittente nel cuore della capitale USA, interrompe la sua programmazione per un curioso annuncio: “Questa programmazione radiofonica è distribuita da RM Broadcasting per conto della Rossiya Segodnya International Information Agency, Mosca , Russia.”

La notifica criptica nasconde una storia più ampia. WZHF, era un’ex stazione in lingua spagnola a pochi chilometri dalla Casa Bianca a Capitol Heights nel Maryland. E’ diventata il fiore all’occhiello dello sforzo del presidente russo Vladimir Putin di sfruttare le onde radio americane per diffondere il punto di vista del Cremlino. Nonostante le periodiche sfide legali e politiche e l’imposizione di sanzioni contro la Russia per la sua invasione dell’Ucraina, la stazione è rimasta in onda.

La stazione trasmette i programmi in lingua inglese di “Radio Sputnik”, prodotti a Mosca e Washington sotto la supervisione del governo russo.

Sputnik è il braccio radiofonico e digitale di Rossiya Segodnya (Russia Today), la stessa agenzia di media controllata dal Cremlino che gestisce RT e RT America, emittenti televisive fondate dal regime di Putin nel 2005.

Ma mentre i distributori americani e i governi europei hanno vietato le trasmissioni di RT dal momento dell’attacco della Russia all’Ucraina, paradossalmente ancora oggi WZHF diffonde i contenuti di Sputnik in onde medie e in FM nella capitale americana.

Sputnik non possiede WZHF, né lo potrebbe fare in base ai regolamenti federali che impediscono ai governi stranieri di controllare le licenze di trasmissione degli Stati Uniti. Divieto nato dalla preoccupazione che le potenze straniere ostili possano usare le stazioni radio e TV americane per trasmettere propaganda. Ma il Cremlino ha trovato un modo per aggirare le leggi e andare in onda, utilizzando una serie di società in un sistema a scatole cinesi, o forse meglio a matrioske, trattandosi di faccende russe .

WZHF è stata concessa in licenza a una società di New York, Way Broadcasting, nel 2001, secondo i dati della FCC (la Federal Communications Commission). Ma Way sembra essere un proprietario in gran parte passivo. Nel 2017 ha accettato di affittare il tempo di trasmissione della stazione a RM Broadcasting, una società di Jupiter, Florida, che a sua volta, ha venduto tutto il tempo di trasmissione della stazione alle russe Rossiya Segodnya e Sputnik.

redazione milano