Avventure nell’Artico con la camera Sony FX9 Avventure nell’Artico con la camera Sony FX9
Alister Chapman mette alla prova la modalità S-Log3 della camera Sony FX9 nella Norvegia del nord. “Ogni inverno faccio un piccolo tour video‑fotografico nel... Avventure nell’Artico con la camera Sony FX9

Alister Chapman mette alla prova la modalità S-Log3 della camera Sony FX9 nella Norvegia del nord.

“Ogni inverno faccio un piccolo tour video‑fotografico nel nord della Norvegia in cerca di avventure e dell’aurora boreale. – afferma Alister Per documentare il viaggio e immortalare l’aurora boreale, ho sempre portato con me diverse telecamere. Quest’anno ho ridotto l’attrezzatura al minimo indispensabile, portando solo il PXW‑FX9 e un corpo macchina A7S di Sony.”

Una delle cose fantastiche che accadono in Scandinavia settentrionale a gennaio è che quando il sole fa la sua breve comparsa ogni giorno rimane basso sull’orizzonte. Questo significa che si può contare su un’incredibile luce da golden hour tutto il giorno. Girare all’alba e al tramonto è impegnativo a causa dell’enorme range dinamico e lo stesso vale in numerose situazioni, come le riprese nella neve brillante, che possono rivelarsi una sfida. Così, per queste riprese ho deciso di girare principalmente nelle modalità Cine EI e in S-Log3/SGamut3.cine dell’FX9.

Girare in S-Log3 sull’FX9 è piuttosto semplice. Poiché la telecamera ha un livello di rumorosità relativamente basso in corrispondenza dei due valori ISO di base di 800 o 4000, non è necessario compensare l’esposizione. Quando si gira in UHD, è possibile usare le tabelle MLUT (Monitor Look-Up Table) integrate nella telecamera per applicare una LUT al viewfinder in modo da visualizzare un’immagine dall’aspetto normale anziché piatta. Quando si gira in HD, ad esempio con frame rate superiori ai 60 fps, è possibile attivare la funzione Display Gamma Assist del viewfinder della telecamera, che offre un’immagine Rec-709 standard nel viewfinder e semplifica la valutazione dell’esposizione.

 

“Anche se avevo l’intenzione di riprendere principalmente in UHD, – continua Alister – ho deciso di usare la funzione Gamma Assist anziché una LUT, poiché questo mi avrebbe permesso di avere la stessa immagine di tipo Rec-709 nel viewfinder, indipendentemente dalla modalità o dal frame rate scelto, inclusa la modalità HD a 120 fps o anche durante la riproduzione di clip. Inoltre, quando si usa Gamma Assist, la visualizzazione della forma d’onda della telecamera mostra i livelli di registrazione di S-Log3, una possibilità che trovo molto utile in quanto permette di vedere un’immagine Rec-709 e di misurare la registrazione S-Log3 effettiva allo stesso tempo. Un’ottima funzione integrata dell’FX9 è la funzione di registrazione a intervalli che consente di eseguire sequenze time-lapse in modo rapido e semplice. È così che ho girato le sequenze dell’alba e del tramonto nel video. Anche il filtro ND variabile integrato è stato molto utile per le riprese di questi tipi di sequenza.”

redazione milano