Eurovision Services alla prova con una produzione in cloud completa Eurovision Services alla prova con una produzione in cloud completa
Eurovision Services ha effettuato un test di successo della produzione remota basata su cloud in un evento della Coppa del mondo di biathlon IBU.... Eurovision Services alla prova con una produzione in cloud completa

Eurovision Services ha effettuato un test di successo della produzione remota basata su cloud in un evento della Coppa del mondo di biathlon IBU.

La produzione remota e il cloud sono stati due degli argomenti più scottanti nella trasmissione di eventi dal vivo da quando la pandemia di Covid-19 ha sconvolto il mondo degli eventi sportivi in ​​diretta all’inizio dello scorso anno. Ancora. in mezzo a tutti i discorsi, ci sono state poche applicazioni nel mondo reale di soluzioni end-to-end per i principali eventi sportivi dal vivo. Eurovision Services ha testato il proprio assetto all’evento della Coppa del mondo di biathlon IBU ad Anterselva, in Italia, all’inizio di quest’anno e i risultati hanno superato di gran lunga le aspettative dell’azienda.

In particolare, Eurovision Services è stata in grado di attivare l’infrastruttura appropriata lungo la catena di produzione per consentire a tutti i fornitori coinvolti di implementare la propria tecnologia senza problemi. La sperimentazione è stata organizzata in collaborazione con l’EBU, l’emittente italiana RAI, l’emittente finlandese YLE, nonché i fornitori di tecnologia Grass Valley, Simplylive, Spalk e AWS.

Il flusso di lavoro completo del contributo è stato consegnato da Anterselva al cloud e tutti i feed sono stati monitorati parallelamente alla produzione live dell’evento. L’operazione ha comportato il contributo di tre feed video (il feed internazionale, il feed avanzato e il feed del poligono di tiro) più il feed audio del poligono di tiro, un feed dalle telecamere remote sul poligono di tiro e sulla zona mista, nonché un feed audio su IP dal campo misto zone nel cloud utilizzando codificatori a latenza ultra bassa.

Il contributo al cloud ha utilizzato i gateway SRT di Eurovision Services per garantire la massima sicurezza e affidabilità. Utilizzando l’Eurovision Global Network ad alte prestazioni, il tempo medio di andata e ritorno tra Anterselva e l’Eurovision Control (EVC) a Ginevra è stato di soli 33 millisecondi e il processo di contribuzione completo (utilizzando un profilo di latenza media) include codifica, decodifica, wrapping, scartare e timestamp per SRT, ha impiegato una media di 1,56 secondi. Il servizio utilizzava un pipe da 1 Gbps per connettersi al servizio AWS Elemental Media Connect, dove i team di produzione remota e di commento remoto potevano accedere ai feed per produrre i loro programmi.

“Questa prova ha superato le nostre aspettative e ha dimostrato che, con alcuni piccoli aggiustamenti, il nostro stack tecnologico è pronto per ospitare applicazioni di produzione remota nel cloud”, ha affermato Michele Gosetti, responsabile vendite e marketing globali, Eurovision Services. “Abbiamo già utilizzato con successo la nostra soluzione audio over IP e presto offriremo una gamma di soluzioni per la consegna IP utilizzando i nostri due gateway SRT per una sicurezza e una ridondanza ottimali”.

redazione milano