Gennaio-novembre, pubblicità a – 12,6% Gennaio-novembre, pubblicità a – 12,6%
Il mercato pubblicitario in Italia fa segnare nel mese di novembre una flessione del -0,9% rispetto a novembre 2019. Il calo del periodo gennaio... Gennaio-novembre, pubblicità a – 12,6%

Il mercato pubblicitario in Italia fa segnare nel mese di novembre una flessione del -0,9% rispetto a novembre 2019. Il calo del periodo gennaio – novembre arriva dunque a -12,6% rispetto allo stesso periodo del 2019.

È quel che emerge dalle ultime elaborazioni Nielsen.
Tutti i mezzi sono in calo. Ma nel solo mese di novembre tv e web advertising chiudono in crescita.

La raccolta pubblicitaria della televisione è in crescita del 3,5% nel singolo mese e in calo del -11,6% negli 11 mesi. A novembre i quotidiani calano del -15,8% e i periodici del -26,3%: la contrazione nel periodo gennaio-novembre è a doppia cifra per entrambi, rispettivamente del -18,3% e del -38%.

Netto calo anche per la radio, che registra una flessione del -15,3% a novembre e del –26% nel periodo complessivo.

Internet è in controtendenza: a novembre la raccolta del sistema del web advertising fa registrare una crescita dell’8,7% e porta la perdita del periodo gennaio-novembre a – 3,5%.

“È un mercato a due velocità – ha commentato Alberto Dal Sasso, AIS managing director di Nielsen – che, tuttavia, mostra timidi segnali di ritorno alla normalità seppure con andamenti differenti. Se, come ormai possiamo prevedere, la chiusura ruotasse intorno a -11-12 %, potremmo allora dire di avere limitato i danni”.

Piero Ricca