8K e IP nel futuro di Panasonic 8K e IP nel futuro di Panasonic
L’azienda giapponese ha presentato all’IBC soluzioni per le riprese video 8K e una piattaforma hardware per il trattamento dei segnali video. In dirittura d’arrivo il... 8K e IP nel futuro di Panasonic

L’azienda giapponese ha presentato all’IBC soluzioni per le riprese video 8K e una piattaforma hardware per il trattamento dei segnali video.

In dirittura d’arrivo il sistema multi-camera 8K ROI (Region of Interest) che comprende una telecamera multifunzione 8K (AK-SHB800), un’unità di elaborazione (AK-SHU800) e il Framing Control Software (AK-SFC101). Con questa soluzione è possibile generare quattro diversi segnali HD o “telecamere virtuali” da un singolo segnale 8K. La telecamera 8K genera una singola immagine grandangolare dalla quale l’unità di elaborazione può ricavare quattro “ritagli” separati correggendo automaticamente eventuali distorsioni dell’ottica.

Nel sistema si possono integrare diverse telecamere, in una configurazione in cui una telecamera principale controllata dall’operatore viene collegata ad altre telecamere secondarie, ugualmente programmabili prima dell’evento. Un singolo operatore può così controllare diverse telecamere allo stesso tempo, sfruttando varie aree di ritaglio pre-impostate, per un’operatività multi-camera versatile e conveniente. Il sistema 8K ROI sarà disponibile entro la fine del mese a un prezzo consigliato al pubblico di 130.000 €.

Occorrerà invece attendere il prossimo anno per la nuova piattaforma video incentrata su tecnologie IT/IP. Questa piattaforma si basa sulle più recenti tecnologie di elaborazione basate su CPU/GPU e su un’architettura software aperta che ne permetterà l’impiego per una vasta gamma di utilizzi. L’applicazione in funzione allo stand dell’IBC svolgeva le funzioni di un mixer video da produzione con ingressi anche non compressi in 4K, SDI e ST2110, ed era in grado di elaborare i segnali con una latenza di un solo frame.

“Con la sua architettura aperta e modulare, questa nuova piattaforma rappresenterà un punto di svolta per molti clienti nel campo della produzione di video di alta qualità sia live che in studio e consentirà di ottimizzare i propri investimenti mantenendo una flessibilità senza precedenti”, sostiene Andre Meterian, Director EMEA della Professional Video Systems Business Unit di Panasonic. “L’applicazione Live IP Switching è solo l’inizio per la nuova piattaforma. Grazie alla sua architettura di elaborazione video, gli utenti possono creare ed eseguire applicazioni di ogni tipo. Nel prossimo futuro, il sistema sarà al centro della produzione di video e servirà anche come video-processore, scaler, mixer o server. Una piattaforma dalle potenzialità illimitate per diverse applicazioni”.

precedente
successivo

Mauro Baldacci