I-Movix getta la spugna I-Movix getta la spugna
L’azienda belga, famosa in tutto il mondo per le telecamere per riprese al super rallentatore, ha cessato tutte le attività dallo scorso 26 gennaio. Con... I-Movix getta la spugna

L’azienda belga, famosa in tutto il mondo per le telecamere per riprese al super rallentatore, ha cessato tutte le attività dallo scorso 26 gennaio.
Con un laconico comunicato indirizzato ai propri rivenditori e clienti, Nathalie e Laurent Renard proprietari di i-Movix, hanno annunciato il fallimento della società.”Ringraziamo tutti i nostri clienti, distributori, partner e amici per la loro fiducia e tutti i bei momenti che abbiamo condiviso” scrivono i coniugi Renard e proseguono ringraziando il team di giovani talenti, ingegneri appassionati e focalizzati, tecnici, venditori, personale amministrativo, ecc…“Siamo molto orgogliosi dei fantastici prodotti che noi tutti abbiamo sviluppato in i-Movix dal 2005” concludono i Renard.
Le ragioni del fallimento sono con tutta probabilità da imputare alla decisione di Wallimage – società di diritto pubblico della Vallonia (Nda: una delle regioni del Belgio) – di non continuare a sostenere l’azienda, obbligando nel 2014 i coniugi Renard ha riacquistare il 100% del capitale. Nonostante i massicci investimenti in ricerca e sviluppo, che hanno portato allo sviluppo di sistemi per le riprese al super rallentatore tra i più apprezzati dai professionisti di tutto il mondo, l’azienda non è riuscita ad attrarre nuovi investitori.

Articolo precedente
Articolo successivo

Mauro Baldacci