Il “pubblico virtuale” della finale di Coppa Italia Il “pubblico virtuale” della finale di Coppa Italia
Infront Sports and Media ha utilizzato la finale di Coppa Italia della scorsa settimana per sperimentare quella che la società chiama “atmosfera virtuale”, un... Il “pubblico virtuale” della finale di Coppa Italia

Infront Sports and Media ha utilizzato la finale di Coppa Italia della scorsa settimana per sperimentare quella che la società chiama “atmosfera virtuale”, un servizio che utilizza la tecnologia Vizrt Viz Eclipse per riempire gli stadi di calcio con tifosi virtuali, colori e loghi simulati.

Coppa Italia

Il Napoli ha vinto, come noto il trofeo, con la vittoria sulla Juventus, ma la partita è stata giocata a porte chiuse  senza tifosi nello stadio, la diretta del feed mondiale di Infront ha fornito agli spettatori uno sfondo popolato con i colori dei due club, il logo della competizione e la bandiera italiana, ma anche le sagome dei tifosi seduti sugli spalti.

Massimo Magrì, responsabile della pubblicità virtuale di Infront, scrivendo sul blog Infront, afferma che il servizio funziona sia come strumento di marketing sia come nuovo modo di interagire con i fan a casa.

“Abbiamo sostituito le poltrone vuote con una coreografia animata di sostenitori”, ha spiegato. “Non vedi i volti delle persone, li vedi con in mano delle carte per creare un’immagine collettiva. Avevamo una playlist: loghi e colori dei club, bandiera italiana e sponsor. E’ stato un primo esperimento. Ci sarà un’evoluzione nei prossimi mesi, e ciò rifletterà anche le reazioni dei tifosi a casa”.

Danish Superliga

Magrì afferma che è possibile visualizzare una serie di cose diverse sullo sfondo virtuale, non solo i sostenitori virtuali. Cita gli esempi di “un’immagine statica, un’animazione o qualcosa di interattivo”. È anche possibile inserire i feed di social media o persino trasmettere in streaming una chiamata Zoom con i sostenitori, come già sperimentato in Danimarca.

Il servizio utilizza la tecnologia Viz Eclipse di Vizrt per le sovrapposizioni. Una tecnologia che ha raggiunto livelli di definizione e precisione eccellenti già sfruttati ampiamente nei più recenti videogiochi, sempre più “realistici” e coinvolgenti.

L’ esperimento danese: far intervenire i tifosi via Zoom

redazione milano