NASA-TV trasmette esplorazione spaziale e Discover con il router AJA KUMO 1616-12G NASA-TV trasmette esplorazione spaziale e Discover con il router AJA KUMO 1616-12G
Quando SpaceX Demo-2 ha lanciato gli astronauti in orbita nel 2020, milioni di telespettatori si sono sintonizzati sul live streaming della NASA-TV e sulla... NASA-TV trasmette esplorazione spaziale e Discover con il router AJA KUMO 1616-12G

Quando SpaceX Demo-2 ha lanciato gli astronauti in orbita nel 2020, milioni di telespettatori si sono sintonizzati sul live streaming della NASA-TV e sulla trasmissione satellitare per guardare il volo spaziale con equipaggio. Dalla cattura di eventi storici, come l’atterraggio del Curiosity su Marte Rover, alla trasmissione di feed video dalla Stazione Spaziale Internazionale, la NASA-TV trasmette copertura in diretta e programmazione educativa che affascina ed educa il pubblico con le ultime novità in materia di esplorazione spaziale, missioni e scoperte.

Sotto la direzione del NASA Imagery Experts Group, la NASA-TV trasmette via satellite e in streaming canali pubblici e media, con contenuti che vanno dalle operazioni quotidiane della NASA acquisite per scopi di documentazione, scientifici e ingegneristici, oltre a importanti eventi del settore. In preparazione per la missione di restituzione del campione di asteroide OSIRIS-REx, il NASA Imagery Experts Group ha recentemente aggiornato il suo flypack di produzione UltraHD con un router AJA KUMO 1616-12G al centro per gestire un afflusso di feed video.

Il veicolo spaziale OSIRIS-REx è stato lanciato nel 2016 per raccogliere un campione da Bennu, un asteroide in transito vicino alla Terra, allo scopo di aiutare gli scienziati a conoscere le origini della vita e la formazione dei pianeti attraverso l’analisi della distribuzione di minerali e materiali organici. Per trasmettere il prelievo del campione dell’asteroide nell’autunno del 2020, il gruppo di esperti di immagini della NASA ha attrezzato il suo zaino di produzione UltraHD, un sistema di produzione portatile a tre telecamere che sfrutta 12G-SDI. Il flypack include tre fotocamere Canon XF705 con attrezzatura multiplexer in fibra della serie Multidyne VB, che fornisce video 12G-SDI a due vie, RS-422 per il controllo della fotocamera, audio per interfono, tally e un’estensione Gigabit Ethernet.

Sebbene il flypack sia dotato di robuste apparecchiature di produzione, inclusa una scheda audio QSC Touch-Mix 16 in grado di gestire gli scenari audio più complessi, il sistema è stato sviluppato leggero e compatto per il trasporto e la spedizione tramite vettori commerciali semplici ed economici. Per il routing, il flypack utilizzava in precedenza uno switcher di produzione a otto input per condividere i feed con le destinazioni. La trasmissione OSIRIS-REx, tuttavia, ha richiesto dodici sorgenti video, rendendo essenziale che il team aggiorni il flypack con un router per gestire la produzione.

Per gestire tutti e dodici i feed e fornire al team la flessibilità di indirizzarsi verso più destinazioni di quanto fosse possibile in precedenza, il NASA Imagery Experts Group ha installato il router KUMO 1616-12G di AJA. Scelto per le sue dimensioni e capacità, KUMO 1616-12G dispone di 16 ingressi e 16 uscite, oltre al supporto 12G-SDI per contenuti UltraHD. Per integrare KUMO nel flypack, il team ha configurato otto uscite KUMO da dedicare agli otto ingressi dello switcher di produzione. Ciò ha consentito di supportare tutti i dodici feed spostando qualsiasi input su una fonte diversa in qualsiasi momento durante la produzione. Anche le otto uscite aggiuntive di KUMO sono state utilizzate abbastanza regolarmente durante l’evento.

Oltre ad aggiornare il flypack con un router KUMO, il team ha dovuto coordinarsi tra i team di produzione che lavorano in Mission Control in Colorado, il Goddard Spaceflight Center nel Maryland e il Marshall Space Flight Center in Alabama nel bel mezzo delle restrizioni pandemiche. I controlli quotidiani della temperatura e il lavoro da una sala di controllo in un grande spazio per conferenze hanno aiutato a mantenere il distanziamento fisico e hanno assicurato che la produzione dell’evento si svolgesse senza intoppi.

redazione milano