Ursa Mini Pro 12K e DaVinci Resolve per le scene con effetti visuali di Germinal Ursa Mini Pro 12K e DaVinci Resolve per le scene con effetti visuali di Germinal
Per la serie storica francese Germinal è stato utilizzato DaVinci Resolve di Blackmagic Design lungo l’intera pipeline digitale e Blackmagic URSA Mini Pro 12K... Ursa Mini Pro 12K e DaVinci Resolve per le scene con effetti visuali di Germinal

Per la serie storica francese Germinal è stato utilizzato DaVinci Resolve di Blackmagic Design lungo l’intera pipeline digitale e Blackmagic URSA Mini Pro 12K per alcune memorabili riprese VFX.

Adattato dal magistrale romanzo dello scrittore francese Emile Zola, Germinal racconta la storia dello sciopero dei minatori di carbone nel nord della Francia intorno al 1860.

Vincitrice del premio del pubblico al Series Mania di quest’anno, la serie drammatica in sei episodi è stata diretta da David Hourrègue con la cinematografia di Xavier Dolléans.

Germinal è coprodotto dalla Banijay Studios France e la Pictanovo, con il supporto della Région Hauts de France Télévisions, e in collaborazione con Rai Fiction e Salto, oltre al supporto della Procirep Société des Producteurs e Angoa, e la partecipazione della CNC. È distribuito dalla Banijay Rights.

DaVinci Resolve Advanced Panel

Alla direzione dei VFX c’era Arnaud Leviez della Digital District, mentre il color grading è stato curato dal colorista Karim El Katari della Deflight. Deflight e la scienziata del colore Florine Bel hanno creato per il progetto una LUT con il contrasto della pellicola Kodak TRI X 320 nello spazio colore ACES, quest’ultimo convertito in Rec. 709 per il monitoraggio sul set.

Filmando in 4K anamorfico con un rapporto d’aspetto di 2.40:1, per Dolléans era fondamentale poter catturare con frame rate elevati. “Sono stati proprio gli alti frame rate dell’8K che mi hanno attirato inizialmente alla URSA Mini Pro 12K,” ha esordito.

Xavier Dolléans

“Mi ha piacevolmente sorpreso constatare che l’alta risoluzione non produceva un’immagine esageratamente nitida. Tutt’altro, addolcendo linee e curve questa risoluzione regala un’immagine più sfumata e raffinata”.

Con oltre 200 riprese VFX solamente nel primo episodio, Dolléans ha subito intravisto la possibilità di sfruttare la risoluzione aggiuntiva nel flusso di lavoro VFX.

“Abbiamo girato tra ottobre e dicembre con decine di comparse, e non nascondo che ha presentato una serie di sfide a livello logistico”, ha continuato Dolléans. “Le decisioni pratiche dipendevano da quali riprese erano realizzabili sul set contro cosa si poteva ottenere con i VFX”.

“Abbiamo quindi girato parecchi sfondi VFX ed elementi in 12K, tra cui edifici, paesaggi e cieli, che abbiamo poi usato per la composizione. Per la scena di un’esplosione abbiamo persino ripreso le fiamme su uno sfondo nero. Ho voluto provare a usare la camera verticalmente, ovvero riprendere fiamme a risoluzione verticale 12K o con un frame rate di 8K”.

“Avere a disposizione tutta quella risoluzione ci ha permesso di zoomare notevolmente senza perdere qualità o dettagli”, ha aggiunto il supervisore VFX Arnaud Leviez. “Nella scena d’apertura ad esempio c’è l’esplosione in cui muoiono due minatori”.

URSA Mini Pro 12K

“Abbiamo girato la sequenza in diversi passaggi. Avevamo gli attori collegati a funi di sicurezza per poterli far saltare in aria e simulare l’esplosione. C’era un cavallo che trasportava carbone nella miniera, e le esplosioni contro uno sfondo nero in 12K. Quindi in fase di composizione abbiamo messo insieme i tre elementi, e zoomando e ingrandendo l’esplosione abbiamo portato gli spettatori direttamente tra le fiamme”.

Le riprese VFX ultimate sono quindi passate alla Deflight che si è occupata della correzione colore e del montaggio online. “Abbiamo lavorato col fiato sul collo fin dal primo istante, e usare DaVinci Resolve ha mostrato i suoi vantaggi da subito perché ci ha permesso di lavorare collaborativamente al progetto”, ha detto il direttore tecnico della Deflight, Guillaume Bauer.

Che ha poi concluso: “È uno strumento incredibilmente versatile, integrare i VFX è facilissimo, e la possibilità di alternare tra il color grading e le opzioni di consegna è stata la chiave di volta che ci ha permesso di ultimare il lavoro nei tempi prestabiliti”.

redazione milano