Adobe rilancia Adobe rilancia
Il palcoscenico della fiera di Amsterdam è stato scelto anche quest’anno da Adobe per presentare le prossime versioni delle proprie applicazioni per il video... Adobe rilancia

Il palcoscenico della fiera di Amsterdam è stato scelto anche quest’anno da Adobe per presentare le prossime versioni delle proprie applicazioni per il video e l’audio digitale, che saranno disponibili entro l’anno.Premiere-HDR

Finalmente anche gli utilizzatori di Premiere Pro CC potranno contare su una migliore gestione della velocità di riproduzione delle clip, operazione che spesso costringeva a ricorrere ad After Effects CC o ad altre applicazioni per ottenere un risultato più valido, specialmente nel rallentamento delle riprese. Proprio la stessa tecnologia utilizzata da After Effects CC, denominata Optical Flow time re-mapping, è ora integrata nel programma di montaggio video e, grazie al supporto dei processori delle schede grafiche, i tempi di elaborazione sono relativamente contenuti. L’altra novità è invece derivata da SpeedGrade, l’applicazione per la correzione del colore e il color grading: l’effetto Lumetri Color mette a disposizione gran parte delle regolazioni possibili con SpeedGrade e la possibilità di applicare look creati con altre applicazioni, compresa la nuova app Capture CC per dispositivi mobili. L’effetto Lumetri Color sarà accessibile anche da After Effects CC, garantendo così una maggiore consistenza dei colori nel passaggio da un’applicazione all’altra. Tutte le applicazioni offriranno poi la possibilità di elaborare immagini UltraHD e HDR con il supporto nativo per i codec HEVC, DNxHR e OpenEXR oltre all’accesso diretto al vasto catalogo di immagini e video Adobe Stock.

Per quel che riguarda l’audio, la prossima versione di Audition CC integrerà la regolazione del loudness (secondo gli standard EBU, ITU e ATSC), operazione possibile anche in fase di esportazione dei filmati con Adobe Media Encoder CC. Nuova anche la funzione Remix che permetterà di variare automaticamente la durata di una base musicale in funzione della durata del video. Inoltre, sarà possibile generare automaticamente un commento parlato alle immagini a partire da un file di testo, utilizzando le voci sintetizzate messe a disposizione dai sistemi operativi Mac e Windows.

redazione milano