La Rai chiude Rai Movie e Rai Premium La Rai chiude Rai Movie e Rai Premium
Il Piano Industriale della televisione di Stato pone fine alle trasmissioni dei due canali perché “caratterizzati da limitata audience e scarsa profilazione del pubblico”.... La Rai chiude Rai Movie e Rai Premium

Il Piano Industriale della televisione di Stato pone fine alle trasmissioni dei due canali perché “caratterizzati da limitata audience e scarsa profilazione del pubblico”. Gli appassionati di Rai Movie e Rai Premium, insomma, per i nuovi vertici Rai sarebbero pochi e privi di interesse sul piano degli investimenti pubblicitari. Nei primi mesi del 2018 e nell’ultima parte del 2019, Rai Movie ha fatto registrare uno share medio dell’1 per cento, mentre Rai Premium ha toccato percentuali di poco superiori. Ascolti non alti, ma in linea con canali di genere analogo. Intanto, tra le novità della riorganizzazione del servizio pubblico, vengono annunciati un canale “prevalentemente femminile” (RaiSei), un nuovo canale in lingua inglese e un terzo, trasmesso dai palazzi delle istituzioni (questi ultimi due previsti dal nuovo Contratto di Servizio con lo Stato).

Sui social network gli spettatori affezionati alla programmazione dei due canali hanno attivato una protesta chiedendo all’azienda di revocare la decisione. Sotto l’ashtag #nonchiudeteraimovie, ai giornalisti cinematografici e agli appassionati cinefili si stanno aggiungendo registi e attori che chiedono di firmare la petizione on line che chiede alla “Rai Radiotelevisione Italiana: Non chiudete Rai Movie!”. Alessandro Gassmann, Francesca Archibugi, Vinicio Marchioni, il direttore della Mostra del cinema di Venezia Alberto Barbera, sono alcuni dei nomi del mondo dello spettacolo che si sono schierati contro la decisione dell’Ad Fabrizio Salini.

Articolo precedente
Articolo successivo

redazione milano

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien