The Factory e il flusso di lavoro di qualità con Panasonic AU-EVA1 The Factory e il flusso di lavoro di qualità con Panasonic AU-EVA1
Da circa un anno l’Associazione Culturale The Factory PRD, specializzata nella produzione video, utilizza con soddisfazione il camcorder top di gamma AU-EVA 1 di... The Factory e il flusso di lavoro di qualità con Panasonic AU-EVA1

Da circa un anno l’Associazione Culturale The Factory PRD, specializzata nella produzione video, utilizza con soddisfazione il camcorder top di gamma AU-EVA 1 di Panasonic.

The Leading Guy

AU-EVA1 è la telecamera cinematografica compatta con sensore Super 35 mm 5,7K di Panasonic, dotata di gamma dinamica a 14 stop, gamma V-Log e colorimetria V-Gamut ad ampia gamma cromatica, che permettono un’accurata gradazione dell’esposizione dalla piena luce al buio e l’acquisizione di colori nitidi e dei morbidi toni dell’incarnato.
Citando lo stesso Stefano Poggioni, regista e montatore di The Factory: “L’immagine e i colori che la camera produce sono molto belli. Si adatta a molte situazioni senza nessun compromesso in termini di qualità dell’immagine”.

Sea No Street

EVA1 supporta anche la produzione HDR. La curva della gamma V-log 14 raggiunge un livello superiore ai requisiti HDR, mentre la curva V-Gamut supera lo spazio colore REC.2020. La doppia risoluzione ISO nativa di 800/2500 assicura una sensibilità molto elevata con basso rumore. Supporta la registrazione a elevata velocità di fotogrammi: max. 4K a 60 fps/2K a 240 fps e infine utilizza un attacco EF nativo che consente agli operatori di utilizzarla con l’intera gamma di obiettivi EF già in commercio.

Sea No Street

The Factory si avvale di uno staff di nove professionisti, valore aggiunto che permette a questa realtà fiorentina di essere un’eccellenza italiana, sia nella produzione di videoclip musicali, spot e cortometraggi per artisti e grossi committenti internazionali, che nella realizzazione di Videoinstallazioni e mapping su grossi edifici e, infine, nel rental di attrezzature broadcast.
Stefano Poggioni racconta “Utilizzavamo da tempo la Panasonic GH5, ma per la natura del nostro lavoro ed il livello delle commesse, eravamo alla ricerca di una telecamera che ci permettesse di fare un ulteriore salto di qualità. Assistendo ad alcune dimostrazioni della EVA 1 la prima cosa che ha attirato la nostra attenzione è stata la capacità di catturare una tonalità della pelle estremamente piacevole ed il resto dei colori molto accurati, oltre a gestire molto bene condizioni di luce mista”. E continua, spiegando i motivi che lo hanno portato, a partire da una serie di test operativi, a prediligere la telecamera per tutti i progetti più importanti: “Abbiamo testato la macchina sia in situazioni “controllate” che in contesti di luce naturale, da forte a quasi assente, che in situazioni “non controllate”, ossia in presenza di luci al tungsteno e led fluorescenti. In tutti i casi la EVA 1 ha addirittura superato le nostre aspettative. L’immagine e i colori che la camera produce sono, infatti, eccellenti. Si adatta a molte situazione senza perdere la sua qualità. I filtri ND integrati funzionano bene. La durata della batteria è ottima, così come la possibilità di registrare a lungo su schede SD. Il flusso di lavoro su premiere è molto buono e in fase di color correction ci sono molte possibilità”.

The Factory ha utilizzato la EVA 1 in molti dei più recenti lavori.
In particolare riportiamo alcune considerazioni del regista applicate a specifiche produzioni per le quali la troupe si è avvalsa del camcorder:

Videoclip musicale “Times” dell’artista The Leading Guy | Sony Music Entertainment Italy

Il videoclip è stato girato nel mese di giugno in Val d’Orcia (Toscana). Le riprese sono state effettuate sia all’aperto, che all’interno di una corriera d’epoca e tutte con luce naturale.
Spiega il regista: “Nelle scene girate all’interno della corriera avevamo un problema di compensazione della luce, in quanto fuori dai finestrini c’era una luce molto forte, mentre dentro avevamo ombra. Nonostante questo, l’immagine finale resa dalla EVA1 è risultata ben bilanciata e piacevole”.

Attrezzatura utilizzata con EVA 1: cavalletto, gimbal, cameracar.
Per alcune inquadrature è stato utilizzato anche un drone.

Videoclip musicale “Sea no street” di Riccardo Onori Ft. Sabina Sciubba, Gianluca Petrella, Stefano Tamborrino | Black Candy Records

Prodotto nel mese di giugno, la particolarità di questo videoclip è di essere stato girato quasi totalmente sott’acqua, utilizzando EVA 1 all’interno di una custodia subacquea.
“La macchina è stata sott’acqua per circa 5 ore di fila senza nessun problema. I suoi 2500 ISO nativi ci hanno permesso di girare in una situazione molto buia, spingendo la camera fino a 5000ISO senza che ci fosse rumore nell’immagine” racconta S.P.
Le parti sott’acqua sono state girate tutte in slow motion, a 180 fps.
Attrezzatura utilizzata con EVA 1: custodia subacquea Ewa-Marine, crane

Tempo Reale Festival 2018 – sezione X | Centro di Ricerca, Produzione e Didattica musicale Tempo Reale

Sono stati realizzati i video di cinque concerti in programma all’interno del noto festival di sound art, svoltosi lo scorso maggio al Teatro del Maggio (tre) e due alla Limonaia di Villa Strozzi di Firenze. (vedi foto iniziale)
“La particolare sfida in questo caso – spiega il regista – derivava dal fatto che gli ambienti in cui sono state svolte le riprese avevano una scarsissima illuminazione o luce mista di varie tipologie e temperature”.

Elena Poggioni, aiuto regia e project manager, sottolinea che accanto a specifiche tecniche all’avanguardia, sono l’estrema versatilità e l’affidabilità a rendere la EVA 1 la soluzione di ripresa ideale per moltissimi contesti professionali: “La colorimetria e soprattutto l’incarnato, lo skin-tone, non hanno eguali. Ci ha colpito da subito il fatto che sia eclettica, malleabile e maneggevole sul set, estremamente flessibile e adattabile anche a situazioni sfidanti. Le ridotte dimensioni e il peso contenuto ci permettono di lavorare in modo agile su diversi set, con un’attrezzatura poco ingombrante e quindi poco costosa”.

Conclude Stefano Poggioni: “Dopo aver girato con EVA 1 negli ultimi sei mesi, siamo arrivati alla conclusione che che si tratti di un’ottima telecamera, anche se paragonata ad altre camere in commercio di pari e, addirittura, di più alta fascia di prezzo. Da quando EVA1 ci accompagna sul set la qualità dei nostri lavori è cambiata molto e in meglio. Possiamo senz’altro dire che è la migliore sul mercato”.

Articolo precedente
Articolo successivo

redazione milano