AES MILANO ’18, visti tra gli stand: Mogar Music AES MILANO ’18, visti tra gli stand: Mogar Music
Video, palmari,eng,“In giro” ad AES Milano incontriamo un distributore storico del mercato audio pro e soprattutto musicale in Italia, Mogar con una ventina di... AES MILANO ’18, visti tra gli stand: Mogar Music

Video, palmari,eng,“In giro” ad AES Milano incontriamo un distributore storico del mercato audio pro e soprattutto musicale in Italia, Mogar con una ventina di marchi era, ovviamente, piuttosto a proprio agio ad AES Milano.

Per il settore broadcast ci sono stati suggeriti i prodotti del marchio giapponese Zoom che realizza registratori audio e video sia per la registrazione di strumenti musicali sia per le riprese in genere sul campo, in esterno.

Si va dai videorecorder palmari ottimi per il musicista che deve rivedere e studiare le proprie performance, come i modelli Q2N, Q4N, Q8, ai recorder solo audio, come il qualitativo H6 che accetta ben 4 tipi diversi di capsule microfoniche, per sposare ogni occasione.

Gli H5, recorder audio palmari da campo, gestiscono fino a 140 dB di pressione acustica per riprese eccellenti dal vivo e nella natura, e il modello H4n Pro in configurazione con microfono X/Y, interni ed esterni, con preamplificatori ad alte prestazioni, ottimo anche per giornalisti e podcaster, magari in congiunzione con una reflex. Gli H2n, considerati dei cavalli di battaglia per le riprese in esterno, integrano ben 5 capsule microfoniche e 4 modalità di registrazione così da accontentare proprio tutte le esigenze di ripresa audio professionale, ovunque. E non ultimi i super portatili palmari miniaturizzati H1 così piccoli da stare in tasca, con microfoni a bordo in configurazione X/Y stereo, registrazione automatica o manuale, audio PCM a 24 bit/96kHz, ingressi per microfoni esterni, speaker per riascolto in situ, USB2.0 per trasferire file, possibilità di inserzione time stamping e track marker, operatività immediata così da non perdersi alcun evento e 10 ore di registrazione.

Molto belle anche le capsule esterne iQ6 e 1Q7 per trasformare un iPhone o apparati iOS in un registratore professionale da campo. Si collegano nel connettore Lightning, e sono la scelta ideale in interviste, concerti, lezioni e ovunque si voglia registrare un audio all’altezza del video. Ovviamente non manca una apposita app per tutte le finzioni del caso.

 

Articolo precedente
Articolo successivo

Roberto Landini