4K: è ora di abbracciare il futuro 4K: è ora di abbracciare il futuro
“Il 4K è il prossimo grande salto per il mondo broadcast e TV, e ora è il momento di accelerare”. L’opinione di David Metalli,... 4K: è ora di abbracciare il futuro

“Il 4K è il prossimo grande salto per il mondo broadcast e TV, e ora è il momento di accelerare”. L’opinione di David Metalli, Business Planning Technical Consultant, Pro Imaging Group di Canon Italia.

Il 2014 si sta ormai delineando come l’anno di svolta per il 4K. I produttori di televisori stanno scommettendo sull’Ultra High Definition come la prossima grande risorsa dell’home entertainment e stanno presentando una serie di nuovi schermi UHD, anche se al momento non c’è una grande disponibilità di contenuti 4K. Netflix e Amazon ci credono già e promettono di distribuire video in 4K tramite servizi di video streaming online con largo anticipo rispetto alle emittenti tradizionali. In altre parole, secondo gli esperti, il 4K è pronto ad esplodere.

Ci sono, naturalmente, parecchi scettici che credono che questa spinta verso il 4K sia prematura. Le motivazioni sono carenza di contenuti, uno standard non ancora consolidato e infrastrutture inadeguate da parte delle emittenti. E sebbene il 4K offra una risoluzione quattro volte maggiore rispetto al Full HD, c’è un rilevante dibattito sulla questione: può il solo numero di pixel fornire davvero una migliore esperienza visiva?

L’Ultra High Definition (UHDTV) è anche minata da una mancanza di chiarezza su una serie di aspetti che il Forum for Advanced Media in Europa (FAME) ha affrontato durante il recente convegno. Co-presieduto dall’Europe’s Digital Interoperability Forum e dall’European Broadcasting Union, FAME si propone di elaborare una tabella di marcia per l’introduzione della TV 4K, riunendo attorno a un tavolo emittenti e produttori di televisori. Stephan Heimbecher, Head of Innovations and Standards di Sky Deutschland, che sta giocando un ruolo di primo piano in queste tematiche, dichiara: “La TV UHD per avere successo deve portare un forte cambiamento nell’esperienza visiva.”

Quest’approccio lento e costante nella distribuzione di prodotti e contenuti 4K non ha fermato alcune delle emittenti più ambiziose d’Europa. L’operatore satellitare SES ha rivelato di aver compiuto alcuni test per importanti clienti europei, tra cui Sky Deutschland, Sky UK, e Canal Plus in Francia e Spagna, prevedendo che ci saranno diversi canali 4K/Ultra-HD già nell’autunno 2016.
Il direttore creativo della Natural History Unit di BBC ha dichiarato che dopo le riprese in 4K della nuova serie di natura Survival, non può più immaginare di tornare all’HD. Sky Sport ha prodotto a settembre la prima trasmissione live in 4K del Regno Unito, andata in onda durante una partita di calcio della Premier League, ed ha apprezzato il “forte potenziale” di tale formato.

L’accelerazione verso la TV 4K sottolinea proprio quanto il mercato televisivo si sia evoluto nel decennio successivo al lancio dell’HD. Allora, persino con i canali satellitari, la TV era caratterizzata da una scelta di contenuti relativamente limitata. Ora i consumatori desiderano avere il controllo sui media dei quali fruiscono e il televisore è considerato uno schermo tra i tanti.

Il CEO di Netflix, Reed Hastings, crede che si sia raggiunto un punto di svolta in cui il tradizionale modello di TV sta cedendo il passo a un nuovo mondo di applicazioni gestite attraverso una serie diversa di dispositivi.
Naturalmente, questo potrebbe essere visto come una minaccia per le emittenti tradizionali, ma fornisce anche un nuovo impulso per coloro che cercano di allargare i propri confini. I produttori che stanno adottando il 4K ora sono coloro che intratterranno il pubblico quando le emittenti europee passeranno al 4K.

Una recente ricerca di mercato condotta dalla statunitense Parco Associates, prevede che i televisori 4K raggiungeranno il mercato di massa nei prossimi due o tre anni e una penetrazione dell’80% delle famiglie americane in 10-12 anni. “L’adozione della TV 4K sta seguendo lo stesso schema dell’HDTV ma con un’evoluzione dei prezzi molto più veloce”, ha spiegato il presidente Stuart Sikes. Se le sue stime sono accurate, la TV 4K crescerà ad un ritmo ancora più veloce rispetto HDTV.

L’autore di fantascienza William Gibson una volta ha memorabilmente commentato: “Il futuro è già qui, solo non è distribuito in modo uniforme.” Questa è l’immagine attuale del 4K. Il nostro ruolo in Canon è di contribuire a facilitare l’espressione creativa a 360 gradi. Ecco perché abbiamo in gamma già due videocamere 4K e recentemente abbiamo presentato un obiettivo cinema servo 4K che riflette le esigenze in continua evoluzione delle emittenti.
Cambiare non è mai facile, soprattutto quando la posta in gioco è alta e l’esito incerto. Ma quando si tratta di tecnologia, l’unica possibilità è guardare al futuro. A fare la differenza sarà la reattività e la velocità con cui i diversi attori si adatteranno.

Articolo precedente
Articolo successivo

redazione milano

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien