ARRI e il completamento di ALEXA SXT ARRI e il completamento di ALEXA SXT
ARRI comunica che lo sviluppo delle macchine da presa ALEXA SXT (Super Xtended Technology) è finalmente completo. ARRI potrà ora tener fede alla promessa di... ARRI e il completamento di ALEXA SXT

ARRI comunica che lo sviluppo delle macchine da presa ALEXA SXT (Super Xtended Technology) è finalmente completo.

ARRI potrà ora tener fede alla promessa di aggiornare tutte le ALEXA XT EV, ALEXA XT Plus e ALEXA XT Studio spedite nel 2015 e 2016. Per poter procedere con il piano di aggiornamenti a SXT gratuiti come promesso, ARRI ha dotato i propri service di Londra, Los Angeles, New York, Beijing, Hong Kong e Mumbai di tutte le strumentazioni necessarie. Per chi ha ricevuto la propria XT prima del 2015 è disponibile l’aggiornamento a pagamento.

camera_downloadsPur mantenendo il sensore e l’interfaccia utente tipici di ALEXA, le capacità delle macchine da presa ALEXA SXT (ALEXA SXT EV, ALEXA SXT Plus e ALEXA SXT Studio) sono state ampiamente aumentate. SXT è dotata infatti della potente elettronica e del sofisticato image processing di ALEXA 65, prevede una gamma più ampia di formati di registrazione e può gestire processi più impegnativi per il processore, come ad esempio il calcolo dei look con LUT 3D o la conversione dello spazio colore aRec 2020. Tutto in tempo reale.

La nuova gestione dei colori di ARRI offre una vasta gamma di look, mantenendo comunque semplice lavorare e condividere il look scelto dall’autore della fotografia sul set, nei giornalieri e in fase di editing. Una migliorata, opzionale riduzione del rumore aiuterà inoltre a girare in condizioni di scarsa luminosità.

ALEXA SXT è dotata anche degli strumenti di monitoring più potenti e flessibili, per un perfetto controllo della qualità sul set. Mentre tutte le immagini riprese da ALEXA sonoHigh Dynamic Range sin dall’introduzione della macchina da presa nel 2010, da ora sarà possibile giovare dell’HDR anche su monitor. Quattro output di monitoring indipendenti (viewfinder e 3x MON OUTs) forniscono l’immagine adatta a ogni membro della troupe, mentre ciascuno dei MON OUT può uscire su monitor Rec 709 o Rec 2020.

Infine, il nuovo media bay supporta una vasta gamma di strumenti, incluse le schede SxS PRO e SxS PRO+, CFast 2.0, XR Capture Drive e il nuovo SXR Capture Drive, dalle prestazioni incredibilmente elevate. Questa accresciuta potenza garantisce unaumento dei frame rate per diversi formati di registrazione, mentre il formato ProRes potrà essere registrato in maniera molto più sicura tramite la funzione RAID.

 

Articolo precedente
Articolo successivo

redazione milano